Milano. Al via uno studio sulle pazienti con mutazioni BRCA

milano

Il tumore della mammella ereditario rappresenta circa il 5% di tutti i tumori del seno, e circa la metà di questi è legata a mutazioni dei geni BRCA. Sebbene la presenza di queste mutazioni determini un aumentato rischio di sviluppare la malattia, non tutte le portatrici di mutazione si ammalano. 

Studi scientifici hanno mostrato come diversi fattori legati all’alimentazione ed allo stile di vita, come il peso corporeo, l’eccesso di calorie e di proteine, siano particolarmente importanti nelle portatrici di mutazioni BRCA.  Noi sappiamo che tutti questi fattori di rischio possono essere modificati. Ad esempio, una dieta a basso contenuto proteico e calorico, così come l’attività fisica, sono associati ad una diminuzione del rischio di ammalarsi. Un cambiamento complessivo dell’alimentazione caratterizzato da un ridotto consumo di prodotti industrialmente raffinati e di alimenti di origine animale e da un consumo aumentato di cereali integrali, legumi e verdure è in grado di ridurre il peso corporeo ma anche insulina e la biodisponibilità di fattori di crescita tumorali.

Sulla base di queste evidenze scientifiche i ricercatori dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano hanno avviato uno studio con la collaborazione di donne portatrici di una mutazione BRCA. Obiettivo dello studio è fornire delle raccomandazioni nutrizionali di prevenzione primaria alle famiglie ad alto rischio genetico per aiutare le donne suscettibili e dare loro ulteriori opzioni per ridurre il rischio di ammalarsi di tumore della mammella.

Alle volontarie è richiesto di partecipare a 7 incontri formativi. Durante il primo incontro, dopo un colloquio informativo, vengono fornite le linee guida di prevenzione nutrizionale, viene effettuata una visita con un nutrizionista ed un prelievo di sangue – esami che verranno ripetuti all’ultimo incontro a distanza di circa un anno. Gli altri incontri, invece, prevedono sia attività teoriche sia pratiche che abbiano come oggetto l’alimentazione e lo stile di vita (sono anche previste lezioni di cucina). Le partecipanti dovranno impegnarsi a rispettare le indicazioni fornite dai ricercatori e a rispondere periodicamente a dei questionari sull’alimentazione, lo stile di vita e lo stato di salute.

 

Per prenotare una visita senologica, comprensiva di ecografia mammaria, nei nostri studi di Roma, Ostia e Aprilia, telefona al 338/7813714. Il costo della prestazione è di 60 euro.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.