Ginecomastia

ginecomastiaAnche la mammella dell’uomo può presentare delle anomalie; si tratta della cosiddetta ginecomastia. La ginecomastia è l’aumento di volume della mammella maschile, si può distinguere in falsa ginecomastia ed una vera ginecomastia.

La falsa ginecomastia, detta anche pseudo-ginecomastia, è l’ingrossamento della mammella dovuto unicamente all’aumento del grasso, mentre il tessuto ghiandolare non risulta ingrandito. E’ particolarmente evidente negli obesi e non crea problemi, se non di natura estetica. Può risolversi spontaneamente attraverso il dimagrimento.

La vera ginecomastia è dovuta, invece, ad un reale aumento di volume della ghiandola mammaria, che alla palpazione sembra avere le stesse caratteristiche di quella femminile. La vera ginecomastia è abbastanza frequente nella pubertà, è detta anche ginecomastia puberale, colpisce circa un terzo dei maschi e si presenta come una tumefazione (ovvero un rigonfiamento) della mammella, mono o bilaterale, turgida e dolente, che insorge rapidamente; dura qualche mese, ma regredisce spontaneamente. Nei rari casi in cui ciò non si verifica può essere necessaria l’asportazione chirurgica della ghiandola.

Esistono, poi, forme di ginecomastia in cui l’aumento di volume della ghiandola mammaria maschile è causato da malattie (cirrosi epatica, tumori del testicolo, ipertiroidismo, ecc.) o dall’assunzione di farmaci, come quelli utilizzati per problemi alla prostata. La cura di queste forme di ginecomastia deve essere rivolta alla malattia di base, cioè quella che ha causato la ginecomastia.